Categorie
Linux

Ripristinare un sistema Ubuntu danneggiato

Una situazione tanto sconveniente quanto improvvisa nella quale possiamo trovarci è quella di dover operare su un sistema ubuntu “malmesso”.

Pensate ad esempio quando vengono aggiornati i sistemi alla versione successiva o dopo “arditi voli” tra i comandi di terminale.

(conviene sempre reinstallare da capo la nuova distribuzione, per rendere questa pratica più semplice può essere di aiuto decidere di dedicare alla /home una partizione a se vedi Installa /home Separata)

Se il nostro universo è questo (Vale per ogni distribuzione linux, grossomodo) abbiamo bisogno di:

Un altro sistema linux sulla stessa macchina
Altrimenti un qualsiasi sistema live.
Una volta avviato, dobbiamo entrare nel sistema danneggiato, quindi dal terminale:

sudo mkdir /mnt/ubuntu

//creiamo una directory nel nostro piano di lavoro dove ingloberemo i dati del Sistema “ricoverato”

sudo mount /dev/sda1 /mnt/ubuntu

//se sda1 è la partizione su cui è installato il “ricoverato”

sudo cp /etc/resolv.conf /mnt/ubuntu/etc/resolv.conf

// comando per avere un sistema con la rete funzionante

sudo chroot /mnt/ubuntu

// accediamo ora al sistema danneggiato, da dove aggiorneremo il sistema con i classici comandi:

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

sudo grub-install /dev/sda

// se necessario reinstallare il grub indiachiamo sda come il nostro hd

exit

//per uscire

Adesso, se tutto è andato a buon fine, il Sistema da danneggiato è ReadyToUse!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.